7 aprile 2014

Uso deodoranti/antitraspiranti = rischio cancerogeno?

La domanda del titolo rimarrà senza risposta, almeno per ora.
Infatti, lasciando da parte tutti i rumors sui vari siti internet, blog, video, anche la ricerca scientifica si mobilità da più di una decade sull'incidenza che possono avere nello sviluppo di tumori (e in particolare la probabile maggiore incidenza proprio nel cancro al seno) l'uso di deodoranti e antitraspiranti contenuti nei deodoranti di ogni marca. Se andate a controllare nel deodorante che avete in casa, è molto probabile che troverete oltre, alcool e parabeni, anche altri ingredienti come l'Aluminum Chloride e l'Aluminum Chlorohydrate. Io sto/stavo usando un dove roll on classico,e al secondo posto dopo l'acqua c'è proprio uno di questi....Questi sono i principali ingredienti di cui si sente parlare in modo molto controverso in internet. Essendo, appunto, antitraspiranti fanno sì che le sostanze che normalmente vengono eliminate col sudore vengano trattenute e non riescono ad essere allontanate dal corpo (se qualcuno ritiene sia una spiegazione incorretta lo prego di lasciare un commento)
Tra vedere e non vedere ho fatto una miniricerca in internet e le uniche fonti di cui ci si può essere certi sono gli articoli scientifici pubblicati in merito. Moltissimi mettono le mani avanti nel dire che non è ancora una certezza al 100%, ma l'incidenza è probabilmente relazionata all'uso di queste sostanze.Ovviamente, proprio perchè non ci sono ancora evidenze certe, sono commercializzati, in un certo senso giustamente, finchè non saranno reputati realmente dannosi e/o illegali.Vi lascio un link interessante, e credo abbastanza autorevole, a proposito: in coda alla pagina sono presenti gli articoli a cui fanno riferimento le risposte. Il punto ora è: fidarsi o no? e se sì, di chi? di chi li accusa o di chi li scagiona?Senza dare ragione a un pensiero piuttosto che all'altro, personalmente ho deciso di cercare di evitarli.Nel momento in cui scelgo il prodotto non mi costa nulla cercare di dare uno sguardo agli ingredienti e evitare questi in particolare. Faccio parte di quella parte di persone che "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio" e anche un pò "prevenenire è meglio che curare"(non sempre sempre...ma in questo caso SI).
Ora vi lascio un video in cui Giorgiapril parla di questo tema e parla delle sue esperienze con alcuni deodoranti bio che non contengono questi ingredienti, quali sono stati più performanti e quali meno...enjoy!

http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/Risk/AP-Deo

2 commenti:

  1. Nell'ultimo periodo anche io mi sono trovata a riflettere sullo stesso argomento; da una parte detesto gli allarmismi non fondati, d'altra parte forse è davvero meglio usare prodotti senza alluminio. Fatto è che entrando in un negozio, almeno io, trovo sempre un 99% di prodotti che lo contengono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come credo si capisca dal post, sono del tuo stesso parere..Ma dato che si tratta di un piccolo accorgimento e tenendo in conto il possibile rischio, ho deciso di starci più attenta!

      Trovarne senza alluminio è davvero difficile, e per chi non può spendere per un deodorante millemila euro è ancora più ardua.
      Se ci aggiungiamo che, per via della depilazione, evito anche quelli con alcool (pena il bruciore che manco all'inferno) la cosa diventa una vera e propria caccia al tesoro.

      Per ora ne ho trovati due: quello della NATURA AMICA (trovata da Ipersoap a 3.90) e l'altro è il "DDTEA" LUSH, di cui mi sono fatta dare un campioncino perchè costicchia e ci vuole proprio una prova!

      Entrambi funzionano, l'effetto è meno duraturo ovviamente, ma non mi trovo mai in giro e puzzare (passatemela, alla fine è di un deodorante che si parla!)

      Il dubbio ora è capire se d'estate saranno ancora efficaci...attendiamo Caronte!

      Elimina